fisco

Dal rientro dei pensionati esteri allo sport bonus, fino alle centraline di ricarica per le auto elettriche, spazio ai nuovi campi per adeguarsi alle novità fiscali

di Marco Libelli

default onloading pic
(MarcoBagnoli Elflaco – Fotolia)

3′ di lettura

Si apre ufficialmente la stagione delle dichiarazioni dei redditi. L’agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito i modelli definitivi Redditi 2020 per le persone fisiche, gli enti non commerciali, le società di persone, le società di capitali, Irap e consolidato nazionale mondiale con le relative istruzioni, da utilizzare nella prossima stagione dichiarativa, per il periodo d’imposta 2019.

Tra le novità presenti nei modelli di quest’anno, il nuovo limite di reddito previsto per i figli a carico, il nuovo sport bonus e il regime agevolato per i pensionati esteri che hanno trasferito la residenza nei piccoli centri del Sud Italia. Nei modelli Irap, Sc, Sp ed Enc entra la quota deducibile del patent box, mentre in Enc fanno ingresso i redditi da floricoltura. Trovano inoltre spazio le detrazioni per le strutture di ricarica delle auto elettriche

Pensionati esteri che rientrano al Sud
Inserita nel quadro RM la sezione XVIII «Opzione per l’imposta sostitutiva prevista dall’art. 24-ter del TUIR» per consentire l’esercizio dell’opzione, introdotta dal 1° gennaio 2019, per le persone fisiche titolari dei redditi da pensione erogati da soggetti esteri, che trasferiscono in Italia la propria residenza in uno dei comuni appartenenti al territorio del Mezzogiorno, con popolazione non superiore ai 20mila abitanti situati nelle regioni Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia e che applicano sui redditi prodotti all’estero un’aliquota agevolata del 7 per cento.

Spese di istruzione e figli a carico
Le istruzioni del paragrafo relativo ai familiari a carico sono state aggiornate e riportano l’indicazione che per i figli di età non superiore a 24 anni il limite di reddito complessivo per essere considerati a carico è elevato a 4.000 euro. Per facilitare la determinazione delle spese per previdenza complementare che possono essere detratte dai genitori perché non hanno trovato capienza nel reddito dei figli a carico, è stata inserita la casella «Soggetto fiscalmente a carico di altri» compilabile, con appositi codici, nel rigo RP27 «Previdenza complementare». Il modello di dichiarazione per l’anno 2019, inoltre, è aggiornato per quanto riguarda l’importo massimo annuo delle spese per cui si può fruire della detrazione per spese di istruzione, adesso pari a 800 euro.

Arrivano anche i modelli Isa
Sono disponibili da oggi, sempre sul sito internet dell’agenzia delle Entrate, anche i 175 modelli in versione definitiva per l’applicazione degli Indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa). Con il provvedimento di oggi, infatti, vengono approvati i modelli che dovranno essere utilizzati dai contribuenti che nel 2019 hanno esercitato in via prevalente una delle attività soggette agli Isa al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi. Il provvedimento, inoltre, individua i dati rilevanti ai fini Isa per il periodo di imposta 2020 e definisce le modalità di acquisizione delle variabili “precalcolate 2020” per il periodo d’imposta 2019 e il programma delle elaborazioni degli Isa applicabili a partire dal periodo d’imposta 2020.



News source: http://www.ilsole24ore.com/ Vai all’articolo originale